001-01

Alberto Credi – Vincenzo Balzani
Le macchine molecolari

ISBN: 978-88-6923-342-5 (tascabile)
ISBN: 978-88-31926-02-7 (pdf)
DOI: 10.12878/1088PRESSBIT2018_1
pp. 88
versione cartacea: € 9
formato: 12×16.5 cm

L’OPERA

La costruzione di macchine di dimensioni molecolari è uno straordinario risultato scientifico e un obiettivo primario della nanotecnologia. Nel corso degli ultimi trent’anni, i chimici in varie parti del mondo hanno imparato a realizzare delle semplici macchine nanometriche. Anche se questi minuscoli dispositivi non sono ancora divenuti parte integrante della nostra vita quotidiana, siamo ormai alle soglie di una nuova rivoluzione industriale, capace di cambiare il nostro futuro con applicazioni innovative nella tecnologia dei materiali, nell’informatica, nella robotica e nella medicina.

GLI AUTORI

Alberto Credi è professore di Chimica all’Università di Bologna e direttore del Center for Light Activated Nanostructures (CLAN), un laboratorio per lo studio di sistemi molecolari fotoattivi avanzati. L’obiettivo della sua ricerca, per la quale ha ricevuto numerosi riconoscimenti in Italia e all’estero, è lo sviluppo di dispositivi, macchine e materiali molecolari in grado di svolgere funzioni utili.
Vincenzo Balzani è professore emerito di Chimica all’Università di Bologna. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti per la sua attività scientifica, fra i quali le lauree honoris causa presso le Università di Friburgo (Svizzera) e di Shanghai (Cina) e il Nature Award for Mentoring in Science. Alla ricerca scientifica affianca un’intensa attività di divulgazione sul rapporto fra scienza e società e fra scienza e pace.

Copyright
1088press
Alma Mater Studiorum – Università di Bologna
Via Zamboni 33, 40126 Bologna (Italy)
ISBN: 978-88-31926-00-3
DOI: 10.12878/1088PRESSBIT2018_1
Testi, immagini e materiali multimediali sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons CC BY-NC-ND 4.0 degli Autori e di 1088press, se non diversamente indicato .
Prima edizione: aprile 2018