4.8. Tomba di Aper-El e Stele di Panehsy

4.8.1. Tomba di Aper-El

Aper-El, il cui nome tradisce origini semitiche, occupò con ogni probabilità la carica di visir durante i regni sia di Amenhotep III sia di suo figlio. Dalla sua tomba provengono infatti oggetti risalenti a entrambi questi sovrani; inoltre, egli portò anche il titolo di «primo servitore di Aten», attestato solo durante il regno di Amenhotep IV/Akhenaten1Vedi Cronologia, Nuovo Regno, XVIII dinastia. Alcuni sigilli (Murnane 1995, p. 53) dalla sua tomba sono a nome di: «Neferkheperura, amato di Unnefer».


4.8.2. Stele di Panehsy

Nella parte alta della stele (Drioton 1943; Murnane 1995, p. 55), oggi al Museo del Louvre, un uomo e sua moglie sono raffigurati mentre adorano un’immagine del disco dell’Aten, posto sopra una tavola d’offerta; in entrambi i lati dell’astro si trova una coppia di cartigli contenenti il nome, eraso, del dio:

Adorazione di Horakhty, quando egli sorge al suo orizzonte, che dona la sua bellezza alla terra intera: ‘si vive quando egli ha donato i suoi raggi, e la terra brilla alla tua nascita ogni giorno, affinché si faccia sì che tutto ciò che egli ha creato viva’. Da parte del favorito del signore delle Due Terre, che il suo dio, il signore di Heliopoli, ama, lo scriba della tavola d’offerta del signore delle Due Terre, Khay, figlio del sovrintendente del bestiame della casa di Ra, il sacerdote Panehsy.

Iscrizione della donna: «La sua amata, sua sorella, la signora della casa2In antico egiziano il termine «sorella» (snt) non indica solo un legame di parentela di primo grado in quanto figlia degli stessi genitori, ma anche un legame d’affetto e d’amore. «Signora della casa» (nbt pr) è invece l’usuale titolo attribuito alle donne sposate. Tuy».

A sinistra: «Un’offerta che il re dona a Horakhty, dio grande, signore dell’eternità, il dio che non ha un altro come lui: Come è prospero il favorito […]».
A destra: «Un’offerta che il re dona a Atum, signore di Heliopoli, dio augusto, amato […]».

Al di sotto: Panehsy e sua moglie adorano «Horakhty, dio grande, signore del cielo e della terra, sovrano dell’eternità»: «Adorazione di Ra, quando egli sorge all’orizzonte, fino a che non tramonta in vita: [Possa egli dar]mi il respiro, [possa unire] le mie membra, e che [io possa] veder[lo ogni volta che appare], e la sua [amata] sorella, [la signora della casa Tuy]».


4. Appendice di iscrizioni